L’INTELLETTUALE COLLETTIVO – Convegno nazionale del Cge

banner

Si è svolto il 29 settembre 2015, nella Sala del Refettorio della Camera dei Deputati (palazzo San Macuto) il Convegno nazionale del Centro Gramsci di Educazione, dedicato al tema dell’ Intellettuale collettivo nell’attuale situazione politica, la quale conferma la necessità della costruzione  di un soggetto politico collettivo di classe all’interno di un processo di costruzione di un ampio fronte democratico sul piano nazionale ed europeo.

Il convegno, coordinato da Ada Donno e Piero De Sanctis del Consiglio del CGE, è stato introdotto dall’on. Antonio Placido, vicepresidente del Centro Gramsci di educazione, con una ampia e profonda relazione che, muovendo dall’origine e sviluppo storico della concezione gramsciana dell’ intellettuale collettivo, ne ha prospettato le possibili articolazioni e declinazioni attuali, anche in relazione ai più recenti sviluppi politici, che hanno visto manifestarsi un’importante sintonia tra parti significative delle opposizioni parlamentari e le mobilitazioni sociali.

Il tema proposto alla riflessione dal convegno è stato poi svolto in ampie e dense relazioni da Alexander Hobel, coordinatore del Comitato Scientifico di Marx XXI e da Raul Mordenti,  docente ed esperto di letteratura e politica culturale del movimento operario, i quali, a partire dalla lettura testuale della riflessione gramsciana sulla funzione dell’intellettuale “organico”, che aderisce organicamente alla classe operaia e la sostiene nel cammino verso l’assunzione di consapevole funzione egemone nella società, ne hanno illuminato il percorso nella storia del movimento operaio e democratico, fino alla necessità, quanto mai attuale, della ricostruzione oggi dell’intellettuale collettivo immaginato da Antonio Gramsci; dal senatore Vincenzo Vita presidente dell’Archivio Audiovisivo del Movimento Operaio e Democratico che, alla luce della sua grande esperienza teorica e politica nel campo delle comunicazioni, ha confermato l’importanza dei mezzi di comunicazione per l’affermazione quella che Gramsci chiamava la “volontà collettiva”;  dal senatore Francesco Campanella, del Comitato nazionale di L’Altra Europa con Tsipras, che ha sottolineato con  riferimenti concreti all’attualità politica la necessità della costruzione di un ampio fronte democratico.

Al convegno hanno portato il loro saluto, ma anche il contributo di analisi e proposta politica sul piano internazionale, l’ambasciatore della Repubblica bolivariana del Venezuela, Julián Isaías Rodríguez Díaz  e il consigliere d’ambasciata della Repubblica Popolare Cinese Tang Youjing, che hanno manifestato il loro apprezzamento per l’iniziativa del Centro Gramsci di Educazione  e, con grande calore umano e sapienza politica, hanno sottolineato l’importanza di dare ulteriore impulso all’amicizia e alla conoscenza reciproca fra i popoli  nel quadro del comune impegno per lo sviluppo e la pace nel mondo.

Un saluto è pervenuto in un videomessaggio (sottotitolato a cura della compagna Milena Fiore, segretaria del convegno) anche dalla deputata brasiliana Luciana Santos, presidente del Partito Comunista del Brasile, che ha richiamato l’attenzione sull’incessante e allarmante opera di destabilizzazione dell’imperialismo statunitense in paesi come il Brasile e altri dell’America Latina, che unitariamente sono alla ricerca di una via indipendente e sovrana allo sviluppo sostenibile e alla pace. Imperialismo del monopolismo finanziario di Wall Steet, di Ior, di Cia Nato Pentagono e di governi quisling che in Europa opprime e divide i popoli e la stessa Ue.

Sono quindi intervenuti per portare il loro illuminante contributo al confronto sui temi proposti: il senatore Giovanni Barozzino, operaio della Fiat Sata di Melfi e vicepresidente del Centro Gramsci di educazione,  che ha espresso con passione la necessità di unire la “volontà collettiva” in difesa della democrazia e dei diritti dei lavoratori.

Il sen. Massimo Villone, costituzionalista, che ha illuminato alcuni aspetti essenziali del momento politico attuale, da profondo conoscitore di diritto costituzionale.

Il senatore Fabrizio Bocchino, componente del Comitato nazionale di L’Altra Europa con Tsipras; il sen. Luigi Marino, presidente dell’ANPI regionale della Campania; la senatrice Manuela Palermi, presidente del Comitato centrale del PCdI; il compagno Aris Della Fontana, direttore della rivista marxista Politica Nuova,  che ha portato il saluto del Partito comunista della Svizzera Italiana, (componente del Partito Svizzero del Lavoro) e ha proposto una lettura ampia e articolata della situazione geo-politica globale; Francesco Valerio della Croce della direzione del PCd’I; Andrea Cardillicchio, Maurizio Ceccio, Maurizio Nocera del Consiglio del CGE; la ricercatrice Katia Picciariello che ha riferito in merito al suo studio sulle lotte della Fiat SATA di Melfi.

Il documentario audio-video della giornata (curato da Libera.tv del Lazio) potrà essere consultato al link provvisorio: https://www.youtube.com/user/fioremilena/videos

Ringraziamo tutti gli intervenuti e quanti sono risultati assenti per sopravvenuti impedimenti, come lo stesso presidente del CGE compagno Vittorio Pesce Delfino, o per sopravvenuti impegni, come e l’on. Mario Lettieri, sottosegretario all’Economia durante il secondo governo Prodi e il prof. Paolo Raimondi,  esperto di finanza internazionale e giornalista economico, che ha dovuto abbandonare il convegno prima del suo atteso intervento.

 

Teramo 30 settembre 2015                         La Presidenza del Centro Gramsci di Educazione

 


Consiglio: Piero De Sanctis Ennio Antonini Maurizio Nocera Lia Amato Bruno Tonolo Salvatore Bochicchio Luigi Marino (SOCI ACNC)
A. Baraldi O. Bossi E. Caldera A. Cardillicchio (ORSAA) P. Cassinera F. Castelli M. Ceccio (PORTALE) E. Dovis (ORSAA) V. Falcone M. Fiore (INFO) A. Hobel L. La Porta A. Lombardo Geymonat L. Mangani M. Mazzarella S. Prosperi (ORSAA) M. Rinaldi D. Sarra (ORSAA) M. Steri G. Tiberio (ORSAA)

Fondatori Fosco Dinucci Raffaele De Grada Mario Geymonat

Il partito deve continuare a essere l’organo di educazione comunista…che armonizza e conduce alla meta…dire la verità, arrivare insieme alla verità, è azione comunista e rivoluzionaria
Il Cge è dell’ASSOCIAZIONE CULTURALE NUOVA CULTURA: ccp 39974571 intestato a ”ACNC Teramo” (IBAN IT66 P076 0115 300000039974571)
Portale: www.centrogramsci.it – vittoriopescedelfino@centrogramsci.it – info@centrogramsci.it
orsaa@centrogramsci.it – laviadelcomunismo@centrogramsci.it – 64100 Teramo V. Memmingen 35a +39 0861 210012 – CF e P. Iva 92028200670

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *