EUROPA PACE SVILUPPO

SCUOLA SANITÀ E TRASPORTI GRATUITI A TUTTI

PENSATORI NAZIONI CONSIGLI ISPIRANO E REALIZZANO IL CAMBIAMENTO
Piano GENERALE del lavoro dei GOVERNI democratici
WEIMAR RICORDA LA NECESSARIA ORGANICITA’ TRA COSCIENZA E AZIONE POPOLARE: Egemonia istituzionale aperta, i Consigli propongono e controllano; associazioni, comitati, fronti, partiti, sindacati, stampa e web approfondiscono e     diffondono; parlamenti eletti, locali e centrali, dibattono e legiferano; i governi esecutivi realizzano; i Consigli controllano, propongono e spingono in avanti la partecipazione democratica organica.
    MLDANUCLEARI SSTGRATUITI PGdLAVORO COP21 DEMOCRAZIA MIGRANTI EUROPA PACE SVILUPPO
SONO UN UNITARIO PROCESSO DI LOTTA  POPOLARE DI MASSA

CGE FRANCESCO GUTERRES JINPING MACRON
MATTARELLA MERKEL OBAMA PUTIN
DIBATTITO E CONCLUSIONI

 

Il libro L’EGEMONIA DEL SOCIALISMO, comincia a scarcerare la concezione culturale di egemonia del lavoro di Antonio Gramsci*: in Europa occidentale, i partiti socialisti, riformisti, popolari, nazionalpopolari, massimalisti, liberaldemocratici e comunisti del Fronte democratico la esprimono con la più acuta critica identitaria reciproca e la più stretta alleanza unitaria contro la reazione.
Le crescenti mobilitazioni in tutti i continenti, la classe operaia e le restanti classi del lavoro della produzione, della ricerca e dello studio, le organizzazioni politicosindacali, le istituzioni democratiche nazionali e sovranazionali come Onu e Unioni continentali, i governi locali e centrali antifascisti, da una parte; dall’altra parte le grandi famiglie finanziarie dei paradisi illegali del Cmi, complesso militare industriale sguinzagliano black bloc, Casa Bianca trumpista, corruzione, criminalità, fascismo, Quisling militari spioni, razzismo, terrorismo, guerre, galeotte accattivanti illusioni politico culturali e populismo qualunquista.
Il grande capitale monopolista del Cmi, per sfuggire alla decadenza, spezza il legame tra la lotta strutturale economicosociale di massa e quella sovrastrutturale democraticoistituzionale, sostenendo le correnti comuniste settarie e parolaie, variamente influenzate da concezioni militariste, secondo l’astratta e cervellotica teoria della Rivoluzione permanente di Lev Trockij.
Difatti, Marx  dice: Con questa formazione sociale si chiude la preistoria della società umana. Secondo Marx, approfondito da Gramsci, lungo l’epoca finale del capitalismo, in Europa occidentale, la saggia direzione collegiale di Consigli e Nazioni, educati dai partiti democratici, può esprimere un delicato e complesso processo di estinzione dei millenari contrasti abitudini riti risentimenti, e dello stesso Stato.
Nel 1974 la Rpc apre la sua politica con una larga discussione sulla via del socialismo con caratteristiche cinesi, secondo la teoria di Den Xiaoping.
Nel 1981, il Pcd’I(m-l), elegge, la rappresentanza nel Consiglio comunale di Rionero in Vulture e nel 1991 confluisce nel Prc per l’unità dei comunisti italiani europei e delle grandi masse popolari e democratiche; nel 1993 sorge il Cge.
Nel 2004, nella lotta della Fiat Sata di Melfi, diretta dal Coordinamento Rsu con Barozzino, decisivo si rivela il sostegno delle Amministrazioni Comunali del Melfese, del Comune di Rionero in Vulture e del Sindaco Placido.
Preoccupati delle sorti della pace e dei cambiamenti della società italiana europea, apriamo un profondo dibattito, sull’esempio politico e morale e sul concetto di egemonia culturale del lavoro di Gramsci: il potere diretto sovrano, continentale e diffuso, di circa centomila Consigli apicali in costruzione, la democrazia indiretta parlamentare delle Nazioni e lo Stato operaio democratico socialista di transizione in via di estinzione.
Sul suo libro Governare la Cina Ed. Giunti, 2016, il compagno Xi Jinping dice: «Il nostro Partito ha sempre fatto affidamento sul popolo e ha mutato dalle fondamenta il destino del popolo e della nazione cinesi, ponendo definitivamente fine al dramma dei disordini interni e delle invasioni straniere, della povertà e della debolezza, subiti dalla Cina nei tempi moderni, e dando irreversibilmente inizio alla marcia storica della nazione cinese verso il grande ringiovanimento
Il sen. Giovanni Barozzino e l’on. Antonio Placido, dirigenti Cge, esprimono il nesso organico fra la lotta strutturale dei Consigli e quella sovrastrutturale delle Nazioni, Regioni, Provincie e Comuni con governi democratici.
Hiroshima, 27 maggio 2016 Obama: costruiamo un mondo libero da armi nucleari.
Al residente del Parlamento Europeo A. Tajani affidiamo l’ 81° di Antonio Gramsci, morto nel carcere fascista due giorni dopo la fine della detenzione.

Teramo 27 aprile 2018

 

_______________________________
*  Cge, Pci Abruzzo, Pcc assumono la pubblicazione delle opere complete di Gramsci.            …Il fatto della scissione fu visto nel suo valore immediato e meccanico e noi commettemmo, sia pure in altro senso, lo stesso errore che era stato commesso da Serrati. Il compagno Lenin aveva dato la formula lapidaria del significato della scissione, in Italia, quando aveva detto al compagno Serrati: “Separatevi da Turati e poi fate l’alleanza con lui”.
Questa formula avrebbe dovuto essere da noi adattata alla scissione avvenuta in forma diversa da quella prevista da Lenin. Dovevamo cioè, come era indispensabile e storicamente necessario, separarci non solo dal riformismo, ma anche dal massimalismo che in realtà rappresentava e rappresenta l’opportunismo tipico italiano del movimento operaio; ma dopo di ciò e pur continuando la lotta ideologica e organizzativa contro di essi, cercare di fare una alleanza contro la reazione… 


info@centrogramsci.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *